GIOVEDÌ 11 aprile

Il programma del Festival


GIOVEDÌ 11 aprile

h 21.30
Cinema Azzurro

IL CINEMA DI PAESAGGIO di Franco Piavoli
Proiezione del film IL PIANETA AZZURRO

regia di FRANCO PIAVOLI

alla presenza del regista

 

Presentato alla Cinquantesima Mostra del cinema di Venezia e a cui Andrej Tarkovskij, ha dedicato queste parole: “Il pianeta azzurro è un poema, un viaggio, un concerto sulla natura, l’universo, la vita. Un’immagine diversa da quella sempre vista”), Il pianeta azzurro, a distanza di anni rimane ancora oggi un’opera unica nel suo modo di concepire il cinema. Il film, primo lungometraggio del regista Franco Piavoli, parte da alcuni versi di Lucrezio, dal “De rerum natura”, che sembrano svelarci una prima chiave di lettura delle immagini che seguiranno: “Il nascere si ripete/di cosa in cosa/e la vita/a nessuno è data in proprietà/ma a tutti in uso”. Piavoli porta sulla scena la Val Bruna mostrandone il ciclo delle stagioni riflesso nel paesaggio di campagna, negli alberi, nelle fioriture della primavera, nel calore estivo dei campi e nel crepuscolo dell’autunno. Il racconto di una giornata che corrisponde forse non solo al trascorrere delle stagioni ma anche all’evoluzione del mondo nei millenni. Piavoli non dà importanza alle parole concentrandosi principalmente sull’immagine, rivelando la sua passione per la fotografia. Un film poetico, quasi primordiale per sollecitare nello spettatore la capacità ad ascoltare la natura, stimolando una intima sintonia tra l’uomo e l’universo.

Franco Piavoli, documentarista classe 1933, dopo gli studi in legge insegna diritto nelle scuole superiori mentre coltiva le sue passioni: poesia, pittura, musica e fotografia. I suoi primi cortometraggi cui lavora dal 1953 al 1962 vengono molto apprezzati in Italia e all’estero per l’originalità e la poetica. Dopo circa vent’anni di silenzio esce “Il pianeta azzurro”, un film che porterà al cinema un linguaggio del tutto nuovo. Piavoli produce i suoi film da solo e si avvale dell’aiuto della moglie Neria e del figlio Mario. Nel 1996 Voci nel tempo vince il Premio FEDIC alla Mostra del Cinema di Venezia. Nel 1998 al Filmtage di Gottingen ottiene il premio del pubblico.
Nel 2002 realizza Al primo soffio di vento, presentato in concorso al Festival di Locarno e nel 2003 viene invitato al Sundance Film Festival. Il film vince il Premio del Pubblico al 16° Neue Heitmatfilm di Freistadt e quello per il miglior film straniero al Santa Cruz Film Festival 2004. Nel 2004 al Quirinale gli viene conferito il Premio Vittorio De Sica. Nel 2005 partecipa al Festivaletteratura con Affettuosa presenza, tratto dall’epistolario Bellintani-Parronchi. Nel 2008 presenta Il pianeta azzurro al Lincoln Center di New York. Nel 2009 realizza L’Orto di Flora, parte del film documentario Terra Madre diretto da Ermanno Olmi. Nel 2010 gli viene conferita la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana nell’ambito del Premio Solinas. Nel 2016 il festival Cinema du Réel di Parigi gli dedica una retrospettiva integrale.

biglietto € 5,00

EnglishFrenchGermanItalianSpanish
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Rifiuto Centro Privacy Impostazioni Informativa sui cookie